16 giorno Ghana-Togo-Benin + viaggi
============================ + informazioni



Burkina Faso
GIORNO 1: Italia/Accra
partenza dall’Italia per Accra con voli lufthansa (o altro vetore lata).all’arrivo incontro con il rappresentante del nostro corrispondente e trasferimento al Novotel Accra .pernottamento.

GIORNO 2: Accra/Lomé (pensione completa)
Prima colazine in Hotel.Attraversamento dalla frontiera tra Ghana e Togo.Lomé capitale del Togo,conversa nell’impianto urbanistico le tracce della colonizzazione tedesca ed ricca di gallerie d’arte edi laboratori di artigianato africano.Il grande mercato centrale e ricco di merci d’ogni tipo e nella parte coperta è’’presidiato ‘’ dalle Nana-Benz,donne che hanno fatto fortuna importando tessuti dall’Europa.il mercato dei feticci propone invece tutti gli ingredienti per incantesimi ed amuleti. Pranzo in corso d’escursione.Sistemasione perso l’hotel Mercure sarakawa.cena e pernottamento.

GIORNO 3: Lomé-Grand Popo(pensione completa)
Prima colazione.ci si inoltra nella brousse per assistere ad un rito vutù.questra culto è molto più complesso rispetto allo stereotipo diffuso dalla cinematografia e costituisce una religione praticata da milioni di persone.L’atmosfera,la musica,i canti e la possessione degli adepti sono di forte impatto,manifestazioni legate a fenomeni a cui diffcilmente possiamo dare una spiegazione.Incontro con un guaritore tradizionale che cura le malattie fisiche e psichiche attraverso riti ,feticci ed erbe.pranzo in corso d’escusione .attraversnto della frontiera Togo e Benin.Escursione in piroga sul fiume Mono,lungo il quale si affacciano piccoli villagi di pescatori.Il magnifico estuario con spiagge deserte e le fite mangrovie sono lo scenario dalla navigazione.Sistemasione preso l’hotel Awale Plage o Auberge,situati sull’oceano .cena e pernottamento.

GIORNO 4: Grande-Popo/Ouidah/Ganvié/Bohicon(pensione completa)
Prima colazione.possibilità di assistere all’uscita delle maschere Zangbeto o Gelede.Prosseguendo lungo la costa si giunge a Ouidah,con architetture di ispirazione portoghese una delle capitali del commercio degli schiavi che partivano dalla spiaggia della città. Il vecchio forte portoghese è oggi un tempio è consacrato ai pitoni,venerati come protettori della città. pranzo. Escursione in piroga a Ganvié ,villaggio costruito interamente sulle palafitte dove la vita si svolge sull’acqua:la pesca,il commercio,i giochi.
La strada continua verso il nord del Benin fino a Bohicon .Sistemazione presso l’hotel Dako.
Cena e pernottamento.

GIORNO 5: Bohicon /Abomey /Natitingou(pensione completa)
Prima colazione.il potente regno del Dahomey visse e prosperò per secoli anche grazie a continue guerre ealla tratta degli schiavi.il palazzo reale di Abomey,ora museo custodisce elaborati troni,stendardi bassorilieviche illustrano la storia del regno. pranzo in corso d’escursione. proseguendo verso nord sosta a Savalou,nota per il famoso feticcio attorno al quale si compiono numerosi sacrifici.In questa zona adatta al pascolo si incontrato i Peul, nomadi che seguono il bestiame alla ricerce di acqua e foraggio e che vivono in semplici capanne di paglia e rami.Sistemazione presso hotel Tata Samba.
Cena e pernottamento.

GIORNO 6: Natitingou /Villaggi Taneka / Natitingou(pensione completa)
Prima colazione. escursione in parte in minibus e in parte e piedi ai villaggi Teneka ,popolazione insediatasi nel 9°secolo d.c. sui monti omonimi .Agli ostinanti abitanti originari si sono aggiunte nel tempo altre etnie dando vita ad una elaborata cultura.I villaggi di capanne dal tetto conico sono immersi nella vegetazione e sono delimitati da mureti a secco. Sotto il baobab si svolgono gli importanti riti di passaggio e di iniziazione , le donne preparano la birra di miglio che venderano al mercato oche servirà durante le feste ‘’feticheurs’’,uomini coperti solo da una pelle di copra ,sono i depositari del sapere e della tradizione. Si cammina sui sentieri che collegano i villaggi attraversando i campi coltivati. Pranzo in corso d’escursione. Rientro a Natitingou. Cena e pernottamento.

GIORNO 7: Natitingou / Atakora / Dapaong (pensione completa)
Prima colazione. La zona di confine tra Benin e Togo è riccà di etnie molto diverse tra loro che hanno sviluppato sorprendenti culture ed architetture. Nella colline dell’Atakora vivono i betammaribe(detti anche Somba) che ,rifugiatisi sui monti per sfuggire ai negrieri ,hanno edificato case fortificate molto simili a picolli castelli con alte mura,torrette e sistemi difensivi ingegnoti. I riti di iniziazione di questo popolo comprendono elaborate scarificazioni sul ventre e sulla schiena. Poco oltre, sempre tra le colline, vivono i Tamberma che abitano in piccole fortezze di argila protette da grande feticci di di forma fallica rappresentanti gli animali da accaciare . passaggio della frontiera con il Togo. I Moba vivono in case di forma circolare fatte di argilla e con il tetto in paglia; ogni famiglia ha un proprio nucleo abitativo circondato da muri. Anche i granai, sollevati dal suolo, riproducono le forme e materiali delle abitazioni pranzo in corso d’escursione. Sistemazione presso il campement di Dapaong. Cena e pernottamento.

GIORNO 8: Dapaong / Villaggi Gurunsi / Bolgatanga (pensione completa)
Prima colazione. Passaggio della frontiera con il Ghana. Gli uomini Gurunsi , etnia che vive tra il Ghana e il Burkina Faso, costruiscono case fortificate in argilla e legno mentre le donne provvedono alle finiture e alla decorazione: usando pigmenti naturali di colore rosso, nero e bianco affrescano le pareti esterne con motivi geometrici a protezione delle abitazioni. In serata si assiste ad una festa con le danze tradizionali al ritmo dei tamtam. Pranzo in corso d’escursione presso il Sandgardens Hotel di Bolgatanga.
Cena e pernottamento.

GIORNO 9: Bolgatanga / Togo / Wa ( pensione completa )
Prima colazione. Escursione all’altopiano di Tongo, abitato dai Telenti. La grande casa fortificate è costituita da un dedalo di viuzze,piccoli spiazzi e abitazioni dove,vivono varie clan. La montagna sovrastante il villaggio è sacra e contiene, in una grande fessura nella roccia, il potente oracolo a cui si accede dopo una breve ascensione tra i massi. Pranzo in corso d’escursione. La piste nella savana conduce a Wa. Sistemazione presso l’Upland Hotel. Cena e pernottamento.

GIORNO 10: Wa / villagi Lobi /Wa(pensione completa)
Prima colazione. Escursione ai villaggi della popolazione lobi che vivono isolati in grandi abitazione di argilla dal tetto piatto. Il capo famiglia è l’unico responsabile di tutti i propri congiunti di fronte al consiglio degli anziani e alle autorità. I lobi sono agricoltori, intagliatori di legno e abili suonatori di balafon. Alcune donne anziane partano ancora il disco labiale. Rientro a Wa, città commerciale in cui si può vedere ciò che rimane di un possente palazzo reale in stile sudanese, ormai in rovina. Pranzo in corso d’escursione. Cena e pernottamento.

GIORNO 11: Wa / Techiman (pensione completa)
prima colazione. La strada piega verso il sud del Ghana,lungo l’antica strada carovaniera che collegava i regni del Sudan e di Timbuctù con il regno Astanti;il sale del nord veniva scambiato con l’oro e la noce di cola del sud. Qui la savana lascia spazio alla foresta tropicale. Alcune picole moschee in stile sudanese in fango e pali ci ricordano l’islamizzazione di queste terre. Pranzo in corso di trasferimento. Sistemazione presso l’hotel Dymns. Cena e pernottamento.

GIORNO 12: Techiman / Kumasi (pensione completa)
prima colazione. Kumasi e una moderna città che possiede uno tra i mercati più estesi e vivaci dell’importante regno Astanti. Visita del museo del centro culturale. Pranzo in corso d’escursione. Nel pomeriggio di sabato si svolgono i funerali Astanti in cui il defunto deviene un antenato. Tutti indossano abiti di colore rosso e nero e la cerimonia prevede musica,canti e balli. Sistemazione presso il Giorgia Hotel. Cena e pernottamento.

GIORNO 13: Kumasi / Anomabu (pensione completa)
Prima colazione. La domenica è il giorno della messa e molti abitanti sfoggiano i migliori abiti dai colori sgargianti. Il museo astanti, allestito nel vecchio palazzo reale, è una introduzione a questa cultura ricca e sfarzosa. Possibilita di partecipare alla festa di Akwasidae (partenza di febbraio), stabilita in base al calendario tradizionale. In questa occasione il Re, con abiti di colore vivace e ricoperto di numerosi gioielli d’oro, riceve gli omagi dei capi clan e dei sudditi presso il palazzo. Un folto corteo composto da dignitari, suonatori di tamburi e di corni, danzatori, Pranzo. Partenza verso la costa atlantica. Sistemazione presso L’hotel Anomabu Beach Resort. Cena e pernottamento.

GIORNO 14: Anomabu / CapeCoast / Anomabu
Prima colazione. Elmina è un luogo storicamente rilevante che ha vissuto tutte le fasi della colonizzazione europea dell’Africa: portoghesi, olandesi, inglesi hanno edificato fortie si sono contesi questo importante centro della tratta dehli schiavi. Il forte portoghesi, risalente al 1482 e Patrimonio dell’Umanità, è stato nel corso della storia chiesa cattolica, deposito di merci e mercato di schiavi. Sotto le sue mura i maestri d’ascia intagliano le piroghe che ogni giorno a decine escono nell’Atlantico per la pesca, mentre i bambini giocano nel canale che collega il porto all’oceano. Visia del forte inglese. Pranzo in corso d’escursione. Cena e pernottamento in Hotel.

GIORNO 15: Anomabu / Accra / Italia
Prima colazione. Rientro ad Accra lungo la strada costiera. La capitale de Ghana è una grande città composta da quartieri popolari,amministrativi e verdi zone residenziali. Visita del mercato di Jamestown che ha mantenuto le caratteristiche di un villaggio di pescatori ed ha conservato edifici coloniali; il Museo Nazionale è un compendio della storia e del l’arte del paese comparata con le altre culture africane; alcuni artigiani fabbricano fantasiosi sarcofagi a forma di pesci, auto,frutti,molto alla moda tra i benestanti locali.Sosta presso il centro dell’artigianato per gli ultimi acquisti. Alcune camere day-use vengono messe a disposizione prima del trasferimento in aeroporto. In serata partenza con di linea . Pasti e pernottamento a bordo.

GIORNO 16: Arrivo in Italia in mattinata